Addominali, tra mito e realtà

Fare gli addominali toglie la pancia?

WhatsApp Share

28 Dicembre 2017

“Gli addominali vanno fatti all’inizio o alla fine dell’allenamento? Bisogna farli tutti i giorni? Se faccio tutti i giorni esercizi per gli addominali bassi, riesco a togliere la pancetta?” Queste sono solo alcune delle domande che chi si avvicina al mondo del fitness si pone più spesso. L’addome scolpito è il desiderio di tutti, uomini e donne: c’è chi vuole la “tartaruga” chi invece si accontenta di un ventre piatto. Ma per raggiungere questo o l’altro obiettivo, oltre ad impegno e costanza, dobbiamo anche essere a conoscenza dei falsi miti che ruotano intorno ad una delle più agognate parti del corpo. Iniziamo con il chiarire tre punti.

Addominali alti o bassi? “Il retto dell’addome, quello che viene chiamato da molti Six pack, è un muscolo unico. Ha origini sullo sterno e inserziona sulla sinfisi pubica”, commenta il personal trainer Lorenzo Benedetti.

Quando farli, all’inizio o alla fine dell’allenamento? “La funzione principale degli addominali è quella di stabilizzare, quindi se li dovete allenare in isolamento conviene farli alla fine, in modo che la loro azione propriocettiva e protettiva non sia affaticata prima di dover eseguire i grandi multiarticolari, come squat e stacchi, con i quali comunque vengono sollecitati”, spiega Andrea Biasci, fondatore del blog Project Invictus.

Fare gli addominali toglie la pancia? “No, perché dipende tutto dalla dieta. Se facciamo una dieta ipocalorica, introducendo meno calorie di quante ne consumiamo (sempre seguiti da un nutrizionista), in quel caso escono fuori gli addominali. Gli addominali si fanno a tavola. Se siamo delle persone magre, ma i nostri addominali fanno fatica ad uscire, probabilmente stiamo sbagliando allenamento: stiamo facendo troppe ripetizioni con un carico che non produce ipertrofia. In questo caso, come con gli altri muscoli, dobbiamo aggiungere un carico che ci permetta 10/12 ripetizioni a cedimento”, aggiunge il trainer Marco Sacco.

Più in generale, “è la regolarità dell’allenamento in generale che fa l’addominale scolpito. Bisogna costruire un buon programma di allenamento, variando gli esercizi per tutto il corpo ogni quattro/otto settimane, perché il corpo si abitua e ha bisogno di stimoli diversi”, conclude il personal trainer Umberto Miletto.