Vuoi mantenere l’abbronzatura? Ecco come fare con frutta e verdura

Ecco come mantenere la pelle idratata e assumere melanina dalla frutta

WhatsApp Share

Molti italiani sono già ritornati al lavoro, per altri queste sono invece gli ultimi giorni di vacanza. E tornando dalle spiagge in città, molti si chiedono come mantenere il più a lungo possibile la tintarella. Non ci sono miracoli, ma non mancano i consigli basati sulle buone abitudini e sull’esperienza dei medici. 

La prima regola la spiega all’Adnkronos il Direttore del Centro di ricerche cosmetologiche dell'Università Cattolica di Roma Leonardo Celleno: “il principale segreto per avere una pelle sana e abbronzata è evitare le scottature".

L’elemento chiave dell’abbronzatura è la melanina, ma la sua produzione deve avvenire gradualmente, meglio s in 48/72 ore. Significa che, anche se abbiamo pochi giorni di ferie, è meglio evitare le “abbuffate” di sole. Cerchiamo di abbrinzarci gradualmente.

Ricordiamo anche che una pelle secca di squama più velocemente e questo dipende dalla disisdratazione: quindi è meglio bere molta acqua, una media di due litri al giorno. 

Tra i cibi privilegiamo quelli ricchi in vitamina A dato che stimolano la produzione di melanina: mettiamo in tavola frutta e verdura, soprattutto quelli gialla e arancione, come albicocche, meloni e carote.

E se volete anche idratare la pelle attraverso l’alimentazione ecco i 7 cibi da portare in tavola