Un uovo al giorno, per crescere alti

Secondo uno studio di sei mesi in Ecuador, le uova potrebbero aiutare i bambini nel loro sviluppo

WhatsApp Share

A dire il vero, le uova sono sempre state molto prese in considerazione come alimento necessario a una buona crescita, soprattutto nell'immaginario contadino – sono moltissimi gli esempi sia cinematografici che letterari di uova che vengono spaccate fresche o cucinate al mattino per i più piccoli. Ma adesso la loro importanza è stata confermata da una ricerca fatta in Ecuador e pubblicata dalla rivista Pediatrics: un uovo al giorno potrebbe essere un modo economico per prevenire l'arresto della crescita tra i bambini. 

La cattiva alimentazione è una delle principali cause di arresto della crescita, insieme alle infezioni infantili e alle malattie; primi due anni di vita, poi, sono fondamentali lo sviluppo – qualsiasi arresto della crescita a quell'età è, la maggior parte delle volte, irreversibile.

Secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità, 155 milioni di bambini sotto i cinque anni sono rachitici e troppo bassi per la loro età – la maggior parte vive in paesi a basso e medio reddito.

Per questo, Lora Iannotti e altri ricercatori esperti di salute hanno deciso di fare un esperimento sul campo nelle lande rurali dell'Ecuador: hanno preso 160 bambini di età compresa tra i sei e i nove mesi e hanno dato uova da mangiare ogni giorno alla metà di loro per vedere quale era l'impatto sulla loro salute facendo un trial randomizzato. I ricercatori hanno visitato le famiglie dei bambini ogni settimana per assicurarsi che rispettassero il programma e per verificare la presenza di eventuali problemi o effetti collaterali, tra cui l'allergia all'uovo .

Alla fine dello studio hanno rilevato che l'arresto della crescita era molto meno comune nel gruppo alimentato con le uova: il 47% in meno rispetto al gruppo che non aveva mangiato l'uovo – non regolarmente, almeno.

Insomma, questa potrebbe davvero essere una soluzione molto conveniente e accessibile per limitare il mancato sviluppo nei bambini, anche per le popolazioni più in difficoltà.