Il caffè non è cancerogeno. L’Oms chiude il dibattito sulla bevanda più amata dagli italiani

Possiamo tornare a bere un caffè senza pensieri: il nostro espresso non è cancerogeno

WhatsApp Share

Negli ultimi anni, da varie parti era giunta la notizia che il caffè potesse essere cancerogeno. Una bella tegola, soprattutto per gli italiani, che amano la tazzina fumante più di ogni altra bevanda. 

Ma a quanto pare portiamo tirare un sospiro di sollievo: l’Organizzazione mondiale della sanità, attraverso la sua agenzia per la ricerca sul cancro (Iarc), non lo ha classificato fra i cancerogeni, nemmeno fra quegli elementi ritenuti 'possibili cancerogeni’.

Ventitrè esperti internazionali hanno analizzato i più importanti studi condotti sul tema e hanno dato parere negativo sulla pericolosità del caffè.

Nel 1991 la bevanda era stato invece inserita nel gruppo ‘2b’, quello dove si trovano i possibili cancerogeni, ma quella classificazione si basava su ‘evidenze limitate’ e le nuove analisi ormai escludono il pericolo.
Possiamo tirare un sospiro di sollievo.

Ecco alcuni consigli su come riutilizzare i fondi del caffè.