Frutta fresca associata a un minor rischio di infarto e ictus

Un recente studio condotto in Cina ha suggerito che il consumo diffuso di frutta fresca potrebbe far diminuire le malattie cardiovascolari

WhatsApp Share

La frutta è una fonte molto ricca di potassio, fibre alimentari, antiossidanti e altri vari composti potenzialmente attivi e, inoltre, contiene poco sodio, pochi grassi e relativamente poche calorie.

Secondo una ricerca pubblicata sulla rivista scientifica The New England Journal of Medicine, le persone che mangiano frutta fresca  quasi tutti i giorni sono a minor rischio di infarto e ictus rispetto alle persone che ne fanno un consumo sporadico. Questi risultati arrivano da uno studio di 7 anni su mezzo milione di adulti in Cina, dove il consumo di frutta fresca è molto basso. 

Il team della University of Oxford e della Chinese Academy of Medical Sciences ha condotto questa ricerca a livello nazionale su 500.000 adulti provenienti da 10 località urbane e rurali sparse in tutta la Cina, sottoponendoli a monitoraggio sanitario per 7 anni – tutti i pazienti che hanno aderito allo studio non avevano una storia di malattie cardiovascolari o di trattamenti anti-ipertensivi prima di cominciare.

Innanzitutto, lo studio ha rivelato che il consumo di frutta (principalmente mele o arance) era fortemente associato ad altri fattori, come l'istruzione, la pressione sanguigna più bassa, un contenuto non molto elevato di glucosio nel sangue e l'assenza di tabagismo. Fatte le dovute proporzioni per valutare anche il modo in cui questi altri fattori influivano, si è concluso che il consumo di una porzione di 100 grammi di frutta al giorno è associato a una diminuzione di circa un terzo della mortalità dovuta alle malattie cardiovascolari – e questo è stato riscontrato sia negli uomini che nelle donne, nelle diverse aree di studio. 

Sicuramente questi risultati sono dovuti al basso consumo di frutta che esiste in Cina – un recente rapporto del Global Burden of Disease aveva indicato il basso consumo di frutta come una delle principali cause di morte prematura in Cina – ma il fatto è che, anche se è molto difficile dimostrare questo assunto con dati incontestabili sulla riduzione delle morti, di certo si può affermare che mangiare frutta fresca ha un effetto migliorativo e protettivo sul nostro corpo.