Rifiuti, arriva la Tares: come si calcola e come si paga

Dal 2013 arriva la Tares, la nuova tassa sui rifiuti introdotta dal Governo Monti: si paghera’ in 4 rate e pesera’ il 37,5% in piu’ rispetto alla Tarsu e alla Tia

WhatsApp Share

Arriva la Tares (Tariffa comunale sui rifiuti e i servizi), la nuova tassa sui rifiuti che a partire dal 2013 prenderà il posto di Tarsu e Tia, gravando maggiormente sulle tasche degli italiani. Il pagamento della Tares è suddiviso in quattro rate  e l’intero ricavato sarà destinato a migliorare il servizio di igiene ambientale, a sovvenzionare parte dell’illuminazione pubblica della pulizia delle strade e della loro manutenzione.

A pagare la Tares saranno i possessori di appartamenti ad uso privato, di negozi, di capannoni, di altri locali commerciali e di spazi scoperti potenzialmente in grado di produrre rifiuti urbani. La tassa sui rifiuti introdotta da Governo Monti avrà un peso maggiore sulle tasche degli italiani: rispetto alle precedenti, secondo  i calcoli della UIL si prevede un aumento medio del 37,5% per le residenze private (circa 80 euro), mentre  secondo quanto dichiarato da Confcommercio è previsto un aumento del 293% per i locali commerciali.

Come si calcola la Tares, la nuova tassa sui rifiuti? Il pagamento della Tares, che puo’ essere fatto tramite bollettino o modello F24, è suddiviso in quattro rate, di cui la prima e’ stata fissata ad aprile, secondo quanto stabilito nella Legge di Stabilità, le altre saranno decise dagli enti locali. I Comuni decideranno anche l’entità di un ulteriore aumento della tassa. Ci spieghiamo: la Tares comporterà un aggravio minimo previsto dalla legge di 30 centesimi per metro quadro, calcolati sull’80% della superficie calpestabile registrata al catasto, ma i  singoli enti locali potranno, in caso di necessità, elevare la quota fino a 40 centesimi al metro quadro. L’aumento non sarà comunque applicato alle rate iniziali, ma attraverso un conguaglio da applicare nell’ultima rata prevista, come fatto per l’Imu.

(gc) 

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy