60.000 bottiglie per arredare un negozio

Un negozio di Londra ricicla decine di migliaia bottiglie di plastica per crearsi il suo arredamento interno, stampandolo in 3D

WhatsApp Share

09 Febbraio 2018

Si può dire che Bottletop, un marchio di «lusso sostenibile» che trasforma i materiali scartati in borsoni chic, prende molto a cuore la sua filosofia dei rifiuto zero visto che il suo nuovo negozio di punta di Londra, aperto su Regent Street, ha fatto grande notizia per i suoi arredamenti interni stampati in 3D e quasi interamente derivanti da bottiglie di plastica riciclate. Insieme alla Krause Architects e alla Ai Build, Bottletop ha creato una partnership con la Kuka per stampare parti intere della propria boutique utilizzando un filamento ricavato dai rifiuti di plastica raccolti dalle strade di Delhi in India.

C'è anche una componente sociale nel processo: ReFlow, la società olandese che produce il filamento, afferma di voler reinvestire parte dei suoi profitti in progetti di produzione locali.
Ispirato al lavoro di Paolo Zilli, senior associate presso Zaha Hadid Architects, il negozio Bottletop è il primo al mondo nella vendita al dettaglio che «contribuisce a un ecosistema positivo più ampio, in linea con i valori del lusso sostenibile, del design etico, dell'innovazione tecnica e della collaborazione interculturale», ha detto l'azienda stessa.

La plastica riciclata, inoltre, non è l'unico elemento sostenibile del negozio: ci sono pavimenti realizzati con pneumatici e una vela composta da migliaia di lattine di metallo sospese all'interno di una filigrana stampata in 3D – tutto riciclato.

Il negozio è ancora un lavoro in corso, letteralmente. I robot della KUKA stanno ancora producendo interi segmenti, il che significa che lo spazio si evolverà nel tempo e che, per un periodo limitato, i clienti potranno utilizzare i robot per stamparsi ciondoli personalizzati con il filato ReFlow.

 

.

VIDEO

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Privacy e Termini di Utilizzo