Scarichi senza depuratore: l’allarme di Legambiente

Un quarto delle acque di fogna finisce in mare senza adeguata depurazione. L'allarme di Legambiente

WhatsApp Share

Succede ancora, nel 2017, che degli scarichi fognari finiscano direttamente nei mari, nei laghi e nei fiumi senza essere adeguatamente depurati. E questo nonostante siano passati oltre dieci anni dal termine ultimo che l'Unione Europea ci aveva imposto per mettere a norma i sistemi fognari e depurativi.

Una condizione che purtroppo riguarda il 25% delle acque di fognatura, come ha spiegato il responsabile scientifico di Legambiente, Fausto Zampetti.

"Quest'anno con Goletta Verde affronteremo tutte le criticità che incombono ancora sul nostro ecosistema marino e costiero, a partire dei rifiuti in mare - ha aggiunto -. Proprio su questo tema, continueremo a monitorare i gravissimi sversamenti di schiume sintetiche che hanno interessato le coste toscane e liguri nelle ultime settimane, affinché si applichi il principio 'chi inquina paghi', utilizzando la legge sugli ecoreati approvata nel maggio 2015, e non si sottovalutino i rischi per la fauna marina e per la stessa attrattiva turistica delle spiagge".

Da oltre 30 anni ogni estate Goletta Verde, la storica imbarcazione di Legambiente, naviga lungo le coste italiane per monitorare la salute del mare e dei litorali italiani, denunciare abusi e illegalità, promuovere buone pratiche di gestione dei territori.