Arte e Natura/2 Cezanne: natura morta sul tavolo

Natura morta: brocca da latte e frutti su un tavolo di Paul Cézanne ritrae una scena quotidiana e in movimento. Scopriamo i significati di questo dipinto

WhatsApp Share

Dopo Caravaggio e la canestra di frutta, oggi è la volta di Paul Cezanne. ‘Natura morta: brocca da latte e frutti su un tavolo'. È una delle tante nature morte che l’artista ha realizzato nella sua vita, e come gli altri dipinti, anche questo quadro esprime l’essenza di Cézanne. Un tavolo comune da cucina, frutti apparentemente sparpagliati, alcuni su un piatto di porcellana bianca e altri sul piano del tavolo, un vasetto con un mazzolino di violette, e al centro una brocca bianca sulla quale è dipinto un fiore giallo.

Il dipinto è equilibrato e al tempo stesso la natura morta è carica di una forte tensione emotiva. Gli oggetti ritratti, la disposizione e i colori rivelano un'attenzione rituale nella scelta e nella disposizione delle figure. Guardando l’opera ci si aspetta lo svolgersi di un’azione. E’ come se gli oggetti fossero stati immortalati un attimo prima o dopo un evento significativo, e ne fossero testimoni.

Particolare attenzione richiede la scelta delle forme, dei volumi rappresentati. La mela è raffigurata da Cézanne come corpo in espansione, dipinto dal bordo verso il centro. La sua forma sfericità consente al colore di espandersi anche sugli oggetti circostanti e di accogliere, a sua volta, i riflessi di ciò che circonda la mela. 

La forma della brocca, invece, poligonale e allungata, rallenta il passaggio della luce e implica una pausa, una sospensione momentanea nel ritmo interno del quadro. Il suo colore, prevalentemente bianco come il piatto in primo piano, media il passaggio dalla zona destra più cupa e più affollata, a quella sinistra decisamente più chiara e meno ingombra. I diversi oggetti si influenzano a vicenda, scambiandosi reciproci riflessi, comunicando tra loro e creando in questo modo la struttura invisibile, ma, al tempo stesso, forte e pregnante del dipinto.

Non è casuale nemmeno la scelta del colore della parete, l’azzurro richiama il cielo e i suoi paesaggi, e per questo come ha detto lo stesso Cézanne, da una ventata d’aria pura. 

(GC)

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy