Le politiche solitarie di Trump riguardo all'inquinamento

Gli Stati Uniti sono diventati ufficialmente l'unico paese al mondo ad aver rifiutato l'accordo sul clima di Parigi

WhatsApp Share

05 Dicembre 2017

Perfino la Siria, paese devastato dalla guerra, ha ufficialmente firmato l'Accordo sul clima di Parigi, lasciando gli Stati Uniti come l'unico paese al mondo a rifiutarlo. Anche se Barack Obama aveva partecipato all'accordo durante il suo periodo di presidenza, Donald Trump ha ritirato rapidamente la partecipazione dopo il suo insediamento.

La Siria ha annunciato la sua firma a Bonn, in Germania, durante il vertice climatico COP 23. Nonostante sia arrivato al sesto anno del suo brutale conflitto civile, il paese ha accettato di limitare le proprie emissioni di carbonio nel tentativo di prevenire il peggioramento del cambiamento climatico globale – anche se non è chiaro cosa abbia provocato questo cambiamento di rotta e la Siria non abbia ancora presentato i propri obiettivi per il taglio dei gas a effetto serra, comunque ha firmato.

Il mese scorso era stato il momento del Nicaragua, altro paese che era rimasto in attesa perché sosteneva che l'accordo non fosse abbastanza incisivo nel mettere limiti sulle emissioni e nell'aiutare le nazioni a basso reddito ad adattarsi a un pianeta che già sta cambiando – uno dei reclami del Nicaragua era che i principali paesi inquinanti (gli Stati Uniti, l'Unione europea, la Cina e l'India) non si impegnassero abbastanza.

Ora, però, gli Stati Uniti sono rimasti l'unico paese a non aver firmato.

In passato, il presidente Trump ha affermato che gli operai americani (in particolare i minatori) avrebbero uno «svantaggio economico» dall'accordo. E anche se gli Stati Uniti sono i secondi più grandi produttori di gas a effetto serra (dopo la Cina), Trump è rimasto fermo sulla sua idea che investire sul carbone – e non sulle energie rinnovabili – è la via da seguire.
Si spera almeno che questo essere da solo faccia riflettere il presidente degli Stati Uniti, gli faccia cambiare opinione, ma purtroppo è una speranza davvero molto debole.