Allarme morbillo in Italia. Oms: “numeri inquietanti”

Anche l'Organizzazione mondiale della sanità mette in guardia il nostro paese per il rischio morbillo

WhatsApp Share

L’Italia ha un problema con il morbillo. A confermarlo è l'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) che sollecita il governo ad adottare una strategia anti-morbillo a tre livelli.

“Non e' solo il decreto sui vaccini obbligatori che potrà risolvere il problema”, ha detto l'Assistente Direttore dell'organizzazione dell'Onu per la Salute Flavia Bustreo.

“I numeri sono inquietanti. L'Italia sta diventando il fanalino di coda in Ue e anche da noi si e' cominciato a morire: nel 2017 35 morti in paesi Ue di cui 31 in Romania e 2 da noi”.

Il problema è in gran parte dovuto al numero crescente di genitori che rifiutano la vaccinazione, nonostante le evidenze scientifiche consolidate.

L’Oms descrive ciò che si sta verificando nel nostro paese come “vaccine hesitancy”, un fenomeno che va contrastato. Secondo la Bustreo, “serve anche una campagna di informazione fatta di incontri in cui i genitori abbiano modo di esprimere le loro preoccupazioni e ricevano risposte convincenti, e la istituzione di una commissione indipendente di esperti”. In questa maniera si potrà contrastare la paura espressa da un terzo del fronte "no vax" che le decisioni prese dai governi siano influenzate dalle case farmaceutiche

“Non voglio sembrare una Cassandra ma già in aprile avevo lanciato l'allarme sul ritorno di una malattia potenzialmente mortale”, ha aggiunto la Bustreo.