L'agricoltura lavora contro se stessa

Più pesticidi mettiamo sull'erba più l'erba diventa forte, lo conferma un nuovo studio

WhatsApp Share

Sono cose che conosciamo già, ci è già successo con i batteri che, a furia di adattarsi a combattere contro gli antibiotici, si sono mutati per resistere, facendo nascere i «super-batteri» che sono ormai uno dei problemi di salute pubblica più assillanti al mondo. Eppure questo non ci ha impedito di perpetrare nell'errore, per esempio in agricoltura, dove l'uso sfrenato di prodotti chimici agricoli sta facendo esattamente la stessa cosa: creare una «super-erba» a cui le sostanze chimiche fanno il solletico – una vera cattiva notizia per la produttività delle colture e la sicurezza alimentare.

I ricercatori di uno studio di gruppo condotto dalla University of Sheffield hanno esplorato il caso di alcune erbacce inglesi, fortemente resistenti agli erbicidi.
La loro conclusione è stata che gli erbicidi non possono più controllare le erbacce che minacciano la produttività delle colture e la sicurezza alimentare nel Regno Unito perché le piante hanno sviluppato una resistenza. Quindi, il controllo in futuro deve dipendere da strategie di gestione che riducono la dipendenza dalle sostanze chimiche.

Il team ha esaminato la principale erba che si trova nel Regno Unito, la Alopecurus Myosuroides, anche detta coda di volpe o coda di topo, mappandone la densità in 70 fattorie in Inghilterra e raccogliendo semi da 132 campi. Hanno anche raccolto dati di gestione storica per tutti i campi per accertare quali pratiche stanno guidando l'abbondanza di erba e resistenza agli erbicidi.

Hanno scoperto che l'80% delle popolazioni campionate erano altamente resistenti a tutti gli erbicidi e tale resistenza è stata correlata alla frequenza delle applicazioni di pesticidi, suggerendo che l'evoluzione della resistenza è determinata principalmente dall'intensità dell'esposizione agli erbicidi.
Insomma, dobbiamo usare altri metodi per impedire alle erbacce di minacciare le scorte di cibo. E se il fatto che stiamo avvelenando il pianeta non è un argomento abbastanza per sedare l'uso dei pesticidi, si spera che almeno il fatto che non funzionano ci riuscirà.