Nube tossica sull'Europa

L'esplosione del vulcano islandese Bardarbunga ha portato sul Vecchio Continente una nube tossica

WhatsApp Share

 

Nube tossica sull'Europa. L'esplosione del vulcano islandese Bardarbunga, durata 6 mesi, ha portato sul Vecchio Continente una nube tossica con oltre 12 mln di tonnellate di anidride solforosa. A denunciare il fatto sono i ricercatori dell'università dell'Islanda, che hanno assicurano che sulla salute gli effetti sono stati minimi perché non vi è stata una esposizione prolungata alla sostanza.

La presenza di anidride solforosa nell'aria, come dimostra uno studio pubblicato sul Geochemical Perspectives Letters, ha superato le concentrazioni rilevate nel 2011 in Europa, con picchi che hanno superato anche del l 60% i livelli consentiti (Alpi austriache).

 

L'esposizione continua all'anidride solforosa può causare bronchiti, asma, tracheiti e irritazioni alla pelle e agli occhi. Fortunatamente ci ha pensato il meteo ad attenuare gli effetti della nube tossica che ha invaso l'Europa: la velocità media del vento è maggiore in inverno che d'estate, e così ha disperso rapidamente i fumi del vulcano.

gc