Glifosato nel miele?

Apicoltori francesi presentano un reclamo contro la Bayer

WhatsApp Share

A quanto riferito dalla Agence France Presse (AFP), una cooperativa di apicoltori della parte settentrionale della Francia ha presentato una denuncia legale contro il gigante chimico Bayer dopo aver trovato nel miele il molto discusso glifosato.

La denuncia è stata presentata lo stesso giorno della chiusura dell'acquisizione della Monsanto da parte della Bayer.
Il capo della cooperativa ha agito in rappresentanza di circa 200 apicoltori, dopo il rilevamento di tracce di glifosato in tre partite di miele da uno dei membri, a quanto spiegato da uno degli avvocati, gli alveari sono vicini a campi di barbabietole, colza, girasoli, ma anche giardini in cui viene utilizzato l'erbicida Roundup – che il presidente Emmanuel Macron ha dichiarato di voler vietare entro il 2021.

La speranza con cui è stata mossa la denuncia è quella di spingere all'apertura di un'inchiesta che si occupi della percentuale di glifosato nelle partite di miele e che scopra se ci sono delle conseguenze nella salute degli esseri umani.
Se nel miele viene rilevato il glifosato, l'intera spedizione viene respinta, ha dichiarato il presidente di Famille Michaud, Vincent Michaud, ad AFP. Famille Michaud è uno dei più grandi distributori di miele in Francia e Michaud ha detto che «vengono rilevate regolarmente sostanze estranee, incluso il glifosato».

Michaud ha anche sottolineato quanto sia importante che questi apicoltori abbiano avuto il coraggio di presentare una causa contro la Monsanto, visto che avrebbero anche potuto prendere i carichi respinti dalla grande distribuzione e venderli in mercatini e bancarelle dove non ci sono questi controlli.
Come è noto, sono molti gli scienziati che affermano che il glifosato causi il cancro.
Staremo a vedere cosa succederà.