Imprenditore italiano diventa cittadino onorario di Pechino

Armando Soldaini è tra i vincitori del Beijing Greatwall Friendship Award che ogni tre anni conferisce Green Card a 15 stranieri attivi in Cina

WhatsApp Share

24 Ottobre 2017

Sempre più imprese guardano al mercato cinese, potenzialmente il più grande del mondo. Lo sviluppo della nostra economia in futuro sarà sempre più connesso al rapporto con il gigante asiatico. Da tempo ci sono imprenditori stranieri attivi nel Paese del dragone e per questo ogni tre anni, nella capitale cinese, viene consegnato il “Beijing Greatwall Friendship Award”, un ambito premio che va ai consulenti e imprenditori esteri che con la loro attività abbiano contribuito in maniera significativa allo sviluppo della città di Pechino.

Quest’anno, tra i 15 vincitori, c’è anche un italiano, Armando Soldaini, presidente di RomExpo International Consulting and Exhibition. Le autorità di Pechino hanno apprezzato "il suo supporto e il contributo allo sviluppo di Pechino oltre alla amichevole cooperazione”. Tra i premiati ricordiamo anche Shahbaz Khan dell’UNESCO, Hsiao-Wuen HON di Microsoft, Cedric Ammann di Carrefour China e il prof. Robert H. Goddard della Princeton University.

Ognuno di premiati diventa “amico ufficiale della città” e ottiene quindi una “Green Card” cinese oltre allo status di cittadino onorario. La premiazione è avvenuta il 29 settembre, nell’ambito dei festeggiamenti organizzati per la ricorrenza della fondazione della “People’s Republic of China” del 1 ottobre. 

Il Beijing Greatwall Friendship Award è un riconoscimento che potrebbe fare da volano per molti nostri imprenditori che operano in Asia, un mercato che è una grande opportunità per tutto il settore produttivo italiano.