Acqua: decise nuove tariffe. Rincaro del 3,9% per il 2014

L'autorità per l'energia ha deciso un aggiornamento medio del costo dell'acqua rispetto all'anno precedente pari a più 3,9% nel 2014 e a più 4,8% nel 2015

WhatsApp Share

 

L’Autorità per l’energia, con un metodo per la prima volta omogeneo in tutta Italia, ha approvato le tariffe per i servizi idrici per il 2014-2015 che riguardano 40 milioni di italiani, con oltre 4,5 miliardi di euro di investimenti attivati nei prossimi 4 anni per nuove infrastrutture, tutela ambientale e miglioramento dei servizi, un valore pari a quello degli impianti finora realizzati.

L'Autorità ha deciso un aggiornamento medio rispetto all'anno precedente pari a più 3,9% nel 2014 e a più 4,8% nel 2015, con quasi 6 milioni di consumatori hanno avuto una riduzione del 10% nella bolletta. Questi sono alcuni dei risultati dell’azione dell’Autorità per l’energia nel settore dei servizi idrici, presentati nel corso della III Conferenza nazionale sulla regolazione dei servizi idrici che si e’ svolta oggi a Milano.

'In questa prima fase dell’attività dell’Autorità ci siamo focalizzati nel realizzare e applicare un metodo tariffario unico per tutto il Paese, oltre che a completare le informazioni sul settore, e credo che i risultati raggiunti diano ragione a chi ha creduto nella coerenza delle nuove attribuzioni all’Autorità in un settore diverso da quelli iniziali la prossima fase sarà’ ora indirizzata al completamento della regolazione, per consolidare ancor più’ le condizioni di realizzazione degli investimenti e individuare standard per i servizi capaci di incrementarne la qualità, con particolare attenzione ai bisogni dei consumatori, specie in disagio economico, alla trasparenza della fatturazione e alla qualità ambientale' ha affermato il presidente dell’Autorità per l’energia Guido Bortoni nella sua relazione.

 

gc