Vino, un italiano su quattro sceglie il biologico

Il nostro paese vanta il primato mondiale per incidenza di superficie vitata biologica

WhatsApp Share

Gli italiani amano sempre di più il vino bio: secondo l'analisi Wine Monitor Nomisma su dati Fibl, resa nota in occasione di Vinitaly 2017, raddoppiano le vendite nella grande distribuzione e 1 consumatore di vino su 4 apprezza il vino bio.

Tutto il continente europeo è sempre più votato al biologico: con 293 mila ettari, la viticoltura biologica europea ha un ruolo di primo piano: rappresenta l'88% della superficie vitata bio del mondo.

Il nostro paese, grazie a 83 mila ettari di vite coltivati con metodo biologico, ha il primato mondiale per incidenza di superficie vitata biologica (11,9% della vite coltivata è bio). Seguono Austria con l’11,7% e Spagna con il 10,2%. In Italia nel 2016 le vendite di vino bio hanno raggiunto 11,5 milioni di euro nella sola gdo, registrando un +51% rispetto al 2015.

Gli amanti del vino biologico sono disposti a spendere di più per acquistare un vino bio (il differenziale medio di prezzo in gdo è superiore al 20%). I canali preferiti per l’acquisto di vino bio rimangono iper e supermercati (33%) e gli acquisti diretti dal produttore/in cantina (23%), seguiti da enoteche (19%) e negozi alimentari specializzati in prodotti biologici (18%); la quota di consumatori che acquista vino bio soprattutto online raggiunge il 6%.

Quando un vino può definirsi 'bio'? Facciamo luce sul boom dei vini biologici.