Record di spumante italiano all'estero. Il vino è la principale voce dell’export agroalimentare

Ecco quali sono gli spumanti italiani più venduti e i paesi stranieri che li richiedono

WhatsApp Share

A brindare quest'anno saranno soprattutto i venditori di bollicine italiani dato che i nostri spumanti stanno ottenendo un grande successo in giro per il mondo.

Le vendite all'estero sono aumentate del 19%, raggiungendo quota un miliardo di euro di fatturato. Lo evidenzia Coldiretti, sottolineando che mai così tanti brindisi come quest’anno nel mondo, saranno Made in Italy.

La crescita ha i suoi picchi in Gran Bretagna (50%) e Stati Uniti (32%), i due maggiori mercati per quanto riguarda le nostre bollicine. Bene anche la Germania e stupisce il +19% registrato in Francia, solitamente paese molto nazionalista nelle scelte a tavola.

Gli spumanti più richiesti sono Prosecco, Asti e Franciacorta.

Ma è tutto il settore del vino che non conosce crisi: metà delle bottiglie prodotte nel nostro paese vengono vendute all'estero.

Positive le stime di Coldiretti anche per quanto riguarda la vendemmia: 'l’Italia sorpassa la Francia e diventa il primo produttore mondiale di vini e spumanti con un quantitativo di produzione stimato a 48,9 milioni di ettolitri'.

E tra i vini italiani sono in crescita anche quelli bio che ormai rappresentano il 7% del totale.