Tè caldo e cancro esofageo

I ricercatori affermano che il tè caldo se mescolato con il consumo di alcool e con il fumo aumenta le possibilità di contrarre un cancro esofageo

WhatsApp Share

02 Marzo 2018

Uno studio che ha seguito oltre 450.000 persone in Cina per 9 anni fornisce la prova di una relazione tra bere tè caldo ogni giorno, alcol e fumare regolarmente e incorrere in un un rischio più elevato di cancro esofageo.

Il rischio di cancro esofageo è risultato essere 5 volte più alto nelle persone che oltre a bere un tè molto caldo, ingerivano anche più di 15 grammi di etanolo – che corrisponde a una bevanda alcolica standard – ogni giorno, rispetto a quelli che bevevano il tè meno di una volta alla settimana e ingerivano meno di 15 grammi di etanolo al giorno. Il rischio, invece, raddoppiava per coloro bevevano tè caldo bollente ogni giorno e fumavano, rispetto ai non fumatori che bevevano il tè solo occasionalmente.

Secondo gli scienziati, lo studio dovrebbe suggerire a bevitori e fumatori incalliti di astenersi dal tè caldo e sebbene non abbia mostrato probabilità più elevate di cancro esofageo nei partecipanti che hanno bevuto solo tè ogni giorno, gli autori dello studio hanno sottolineato che «il danno termico cronico alla mucosa esofagea può iniziare la carcinogenesi» o il cambiamento delle cellule normali in cellule cancerogene. Bisogna, infatti, stare molto attenti al danno che le alte temperature provocano sul rivestimento protettivo dell'esofago.

L'International Agency for Research on Cancer ha recentemente classificato le bevande più calde di 65°C come potenzialmente cancerogene per l'uomo, quindi è chiaro che questa criticità mescolata a quelle indotta da alcol e fumo potrebbe creare un mix davvero pericoloso.

Ovviamente gli autori dello studio concordano sul fatto che sono necessari altri studi prospettici legati alla misurazione della temperatura del tè per confermare questa tesi e i suoi risultati, ma intanto potremmo evitare di bere il tè fumante. Così, giusto per precauzione.