Carciofi, una miniera di potassio e ferro

I carciofi aiutano la diuresi e la secrezione bilire, ma non solo

WhatsApp Share

 

Alla romana, alla giudia, in brodo, lesso: cucinatelo come più vi piace, ma portare in tavola i carciofi. E non ve lo consigliamo solo per il suo sapore, ma anche (e soprattutto) per sue tantissime proprietà. Il carciofo, infatti, è una miniera di potassio, sali di ferro e ciranina. È la sede di alcuni zuccheri consentiti ai diabetici, come mannite e inulina e di altri minerali come rame, zinco, sodio, fosforo e manganese.

Mangiare i carciofi favorisce la diuresi e la secrezione biliare. E non solo: alcuni studi scientifici hanno dimostrato che i carciofi contribuiscono al benessere del nostro organismo e prevengono diverse malattie. Il carciofo ha proprietà digestive e, grazie alla presenza di inulina, permette di abbassare i livelli di colesterolo. 

E ancora. Sapete che nel cuore del carciofo è presente un acido clorogenico, antiossidante, che è in grado di prevenire malattie arteriosclerotiche e cardiovascolari? Insomma pare proprio che conviene portare in tavola i carciofi, ma attenzione controllate sempre che sia fresco. Come fare? Stringetelo delicatemente con la vostra mano, se risulta duro e compatto è fresco.

gc